La nostra Carta dei Valori

La nostra Carta dei Valori

Moncalieri, 25 settembre 2019

Di fronte ai problemi e alle difficoltà, si può reagire in diversi modi: lamentarsi, fare la lista delle cose che non vanno, puntare l’indice contro qualcuno, manifestare la propria frustrazione sui social; oppure ci si può alzare dal divano e rimboccarsi le maniche, si può assumere responsabilità in prima persona, mettendoci la faccia, cercando di affrontare i problemi e di trovare soluzioni e risposte. Io ho sempre scelto la seconda strada. E siamo sempre stati in tanti a farlo.
Ecco perché propongo la Carta dei Valori per Moncalieri 2020-2025. Per costruire un’alleanza larga e plurale, che sia capace di trasformare le differenze in opportunità, ma all’interno di un perimetro chiaro di idee, valori e prospettive. Perché si può sempre – anzi è auspicabile – discutere sugli strumenti e sul percorso da fare, ma non si può mettere in discussione, mai, la destinazione da raggiungere. Che, come sempre, è l’interesse di Moncalieri e dei moncalieresi.
Ecco dunque ciò che ci tiene insieme. Il nostro Perché. Il perimetro che determinerà chi sta da una parte o dall’altra.

Paolo Montagna

Candidato Sindaco Moncalieri 2020


 

GLI IDEALI. Attuare la nostra Costituzione, a Moncalieri.

La Costituzione assegna a tutti i livelli istituzionali della Repubblica la responsabilità di riconoscere e garantire i diritti inviolabili dell’uomo e la pari dignità sociale a tutti i cittadini. Noi crediamo che i principi costituzionali debbano essere praticati e vissuti a livello locale e che la vera sfida sia la loro traduzione concreta nel governo della città e nella vita delle persone. Crediamo fermamente nella centralità degli individui e nel dovere istituzionale della Città di Moncalieri di promuovere il diritto al lavoro, quello alla salute, alla protezione sociale e alla partecipazione alla vita della Comunità. Mettiamo al centro l’individuo, i suoi bisogni particolari, le sue attese, intendendolo come parte fondante di una Comunità e mai contrapposto ad essa. Ci impegniamo nella grande sfida che riguarda l’uguaglianza delle opportunità. Operiamo per ridurre le distanze tra le persone e offrire ad ogni giovane cittadino moncalierese uguali condizioni di partenza. Intendiamo, in poche parole, la “politica come servizio” verso gli altri.

I VALORI. Coraggio e Verità.

La verità è il valore che deve ispirare la vita pubblica, nel rapporto con i cittadini e tra amministratori della cosa pubblica. I principi di onestà devono guidare ogni azione ed essere alla base delle scelte. Il coraggio fa la differenza, quando è alimentato da una volontà politica forte e condivisa che punta a superare le difficoltà e i problemi della Comunità.

La gestione attenta e trasparente delle risorse finanziarie dell’ente, la cultura come bene comune, l’efficienza e l’innovazione dei servizi pubblici, la sostenibilità ambientale, la qualità e l’appropriatezza della spesa sociale sono valori che ci guideranno nella costruzione del programma di mandato. Il nostro impegno politico è inoltre saldamente ancorato alla dimensione comunitaria: Moncalieri è una città piemontese, italiana ed europea e in queste tre dimensioni deve continuare ad essere protagonista.

UNO STILE CHE È UN METODO. Abituati all’ascolto.

Siamo convinti che si possa fare politica senza additare un nemico o individuare costantemente capri espiatori. Perché se è vero che il tempo che abbiamo alle spalle non è disponibile, il futuro è una nostra responsabilità. Costruirlo con la fatica del lavoro, senza cavalcare rabbie e paure, è il nostro primo impegno. Crediamo negli amministratori che guardano avanti con operosa speranza, agendo per il bene comune, consapevoli che i problemi richiedono una soluzione concreta. Per questo, i candidati, e di conseguenza i futuri amministratori, saranno scelti in base al loro desiderio di contribuire al benessere della Comunità e alle proprie capacità. Nessuna quota o corrente partitica, alcun Manuale Cencelli determinerà inoltre alleanze, progetti e costruzione della squadra di governo.

Gli amministratori della Città di Moncalieri devono per questo distinguersi per disponibilità e competenza. Devono essere cittadini al servizio dei cittadini e praticare instancabilmente il circolo virtuoso dell’ascolto, della valutazione e dell’impegno. “Ascolto” è una parola spesso usata

(e abusata) in politica e ancora di più nelle campagne elettorali. All’ascolto deve invece sempre seguire un riscontro: se è vero che non tutte le istanze o le richieste possono essere accolte o hanno titolo per essere prese in carico dall’amministrazione, è altrettanto vero che tutti hanno diritto ad una risposta. Gli amministratori di Moncalieri dunque devono distinguersi perché sanno, come diceva Vittorio Foa, che “la parola è un impegno verso qualcuno”; gli amministratori di Moncalieri operano nell’esclusivo interesse dei cittadini moncalieresi, da cui vengono scelti. A prescindere dal movimento civico o partito politico di appartenenza sono dunque al servizio della città, nel primario interesse della Comunità.

UNA VISIONE PER IL FUTURO. Una nuova classe dirigente per un futuro possibile.

Negli ultimi anni le comunità locali hanno pagato sulla loro pelle le conseguenze di problematiche nazionali e globali: immigrazione, crisi economica, mancate riforme, inefficienze, riduzione dei trasferimenti agli enti locali. Ciononostante, in questi anni Moncalieri si è rafforzata in termini di identità e di autorevolezza, diventando su molte politiche un modello di buone pratiche a cui le altre città guardano. La sfida che ora si dovrà vincere è quella di accrescere la fiducia dei cittadini e delle famiglie. Fiducia e convinzione che le cose possono cambiare, che si può fare la differenza con una politica locale che tiene insieme ideali e progetti concreti. Fiducia che fa rima con speranza.

Vogliamo impegnarci affinché il nostro tessuto produttivo vinca la sfida della competitività territoriale, che è sempre più collegata alla qualità urbana. Vogliamo continuare a mettere al centro il lavoro come diritto, rafforzando la rete che coinvolge istituzioni, sindacati e mondo delle imprese.

Vogliamo perseguire un proficuo equilibrio tra interesse pubblico e interesse privato, anche attraverso il dialogo con il mondo delle professioni, dell’associazionismo, del sindacato.

Vogliamo essere all’altezza degli stimoli e delle domande delle nostre ragazze e dei nostri ragazzi, che ci chiedono più attenzione verso l’ambiente e più rispetto per il pianeta dei prossimi decenni, la loro “prossima” casa.

Vogliamo fare in modo che vivere a Moncalieri significhi usufruire di servizi comunali adeguati e sempre migliori, a partire dalla scuola, luogo di sviluppo, uguaglianza e integrazione.

Vogliamo fare in modo che vivere a Moncalieri significhi non essere mai lasciato da solo, o indietro.

L’obiettivo di questi cinque anni è infine quello costruire una classe dirigente nuova per questa città, consegnando ai giovani spazi e strumenti per disegnare la Moncalieri dei prossimi decenni e per raccogliere il testimone delle tante sfide di questi anni.

Si può fare, insieme. Verso Moncalieri 2025.

 

Lascia un commento